Opere complete dal 1941 al 1945

20,00 

Categoria: Tag: ,

Descrizione

Gli scritti di Nicola Bombacci riportati in quest’opera ,edita in sole 300 copie, vedono la luce per la prima volta dopo la fine della guerra e si qualificano quindi per la loro rarità e importanza storica e politica. Quasi tutti gli articoli raccolti nel libro hanno per argomento la Russia sovietica: “Il mio pensiero sul Bolscevismo” (1941), “Questo è il Bolscevismo” (1942, ristampato nel 1944). “I contadini nella Russia di Stalin” (1942), “Dove va la Russia? Dal comunismo al panslavismo” (1944), sono per lo più incentrati sulla negazione che in Russia vi fosse una qualche forma di socialismo, affermando che vi era solo una tirannia personale di Stalin, con una burocrazia accaparratrice, nemica del popolo e creatrice di miseria, guidata dagli ebrei e brutalmente imperialista. Completa l’antologia “I contadini nell’Italia di Mussolini” (1943), un testo elogiativo della politica rurale mussoliniana, in cui Bombacci riconosce come raggiunta l’antica meta socialista di dare la terra ai contadini.