FUOCO – La rivista politicamente scorretta – n°11

6,50 

Descrizione

La sfida delle nazioni europee per uscire dalla morsa dell’Unione europea 

 

Dopo un’estate rovente e con temperature record, FUOCO torna con un nuovo numero decisamente controcorrente per un autunno che si profilerà altrettanto caldo, anzi caldissimo.

Partiamo con una grande esclusiva targata ‘FUOCO’ sull’argomento che sta tenendo banco da settimane: questo numero della rivista conterrà, infatti, un lungo estratto della prefazione alla nuova edizione del libro del Generale Roberto Vannacci a firma di Francesco Borgonovo.

Intanto, sono sempre più imminenti le Elezioni Europee 2024 e, per questo, lo Speciale della Rivista sarà dedicato ad un’analisi a trecentosessanta gradi sull’Europa. Sveleremo maschera e volto del golem di Bruxelles, riaffermando i veri temi al centro dell’identità europea, grazie ai contributi di Ilaria Bifarini, Mario Polia, Marco Rossi, Enzo Pennetta e Luigi Copertino.

A Novembre, inoltre, si svolgerà Cop-28 cioè gli “stati generali” mondiali sul clima e l’ambiente per imporre al mondo l’agenda sulla sostenibilità: ma con la scusa del clima vogliono imporci ben altro? Approfondiamo l’argomento con un articolo di Maurizio Martucci.

All’indigesta categoria dei “fascisti” dell’antifascismo è dedicato un ampio dossier che contiene una intervista a Diego Fusaro che, da una prospettiva marxista, prende a spallate i gendarmi della sinistra fucsia che di dietro al ‘pericolo fascista’ hanno costruito un impero e decostruito ogni identità (veramente) di sinistra. Proseguiamo con Francesco Borgonovo, che ci accompagna in un excursus intorno agli utili idioti dell’antifascismo e poi con Francesco Giubilei, che si sofferma a riflettere su egemonia (e contro-egemonia) culturale.

E al caso radiofonico dell’anno è dedicato l’approfondimento di Roberto Asse che ci parla di “Giù la maschera”, programma condotto da Marcello Foa e che tra polemiche e capacità di rompere gli schemi, sta catalizzando l’attenzione di tanti ascoltatori ma anche tanti detrattori.

Rimaniamo in Europa anche con Elio Della Torre, animatore di Cinabro Edizioni, che approfondisce la figura di Pierre Drieu La Rochelle di cui la casa editrice ha dato alle stampe l’introvabile saggio ‘Socialismo Fascismo Europa’.

E alla Francia, invece, è dedicato l’approfondimento di Massimo Pacilio che, partendo dalle opere di Obertone e Houellebecq ci porta alla (ri)scoperta del ‘Campo dei Santi’ di Jean Raspail per parlare del tramonto della civiltà francese a causa dell’immigrazione.

Così come in viaggio è il resoconto di Marco Scatarzi che, stavolta oltreoceano, ci accompagna in un tour degli Stati Uniti fino al tramonto del sogno americano tra ambienti incontaminati, contraddizioni laceranti.

E si torna in Francia con Fausto Andrea Marconi che analizza il fenomeno Napoleone Bonaparte, in vista dell’uscita del film – che si preannuncia già da Oscar – di Ridley Scott e con Joaquin Phoenix protagonista.

Chiude questo numero di FUOCO il contributo di Flavio Ferraro, dedicato alle fiabe tradizionali in un’epoca di revisionismo delle tradizioni popolari e dei cartoni animati per i più piccoli, all’insegna del politicamente corretto.

Come sempre, i contributi delle migliori penne del pensiero anticonformista saranno, impreziositi dai bozzetti di Nemo, già disegnatore ufficiale di Cinabro Edizioni e dalle illustrazioni di Daniela De Vita che celebrano i 100 anni dalla nascita di Giacinto Auriti.

E tanti, tanti altri articoli e Autori vi aspettano nel 11° numero di FUOCO!